viaggiare

Da Ko Lanta a Ko Lipe

Prezzi a persona 

1300 B via terra + nave 9 ore 

1600 B con nave 6 ore

1900 B motoscafo 3 ore

Abbiamo optato per la traversata con nave a 1300 B. 

La traversata tranquilla con motonave Fortune express 1 della compagnia tiger line, la nave di fabbricazione malese, un po’ datata, molto caldo nei posti passeggeri in coperta mentre nel piccolo ponte si può stare in circa 15 / 20 persone quasi tutti al sole ma con la brezza del mare e la vista di alcune bellissime isole dell’arcipelago di Trang dove facciamo scalo a prendere i passeggeri che devono scendere oppure salire. 

Durante la traversata oltre agli sbarchi in mare c’è uno sbarco ad un molo e riescono a salire un po’ di venditori locali con frutta, pollo fritto e bevande che sono presi d’assalto dai turisti affamati e accaldati compreso noi. 


Dopo 5 ore circa arriviamo a Ko Lipe davanti a Pattaya Beach, bellissima spiaggia ma rovinata nel mare dalle decine di long tail boat e sulla terraferma da un’infinIta’ di ristoranti, hotel e discoteche.

Sicuramente il primo impatto dell’isola e’ deleterio per i miei gusti. Non è la Thailandia che amo.

Advertisements

Nella terra dei vini, tra Bibbona, Bolgheri e Castagneto Carducci 

Oggi pomeriggio sono voluto ritornare dopo molto tempo nella campagna della bassa provincia di Livorno, tra le colline ed il mare, che anche in questa stagione invernale appare all’occhio molto suggestiva riuscendo a dare a chi l’attraversa quella serenità che solo posti come questo riescono a trasmettere.  
Percorrendo la SP 16A da Bibbona in direzione Castagneto Cci, il paesaggio presenta dolci colline che degradano verso il mare con un susseguirsi di oliveti, vigneti e boschi di leccio e quercia. Qua e là i campi arati, in questo periodo di un colore marrone acceso, grazie alla leggera pioggerella di questi giorni ed i vigneti spogliati delle proprie foglie sono in attesa della potatura secca.
Nei 5 km che separano Bibbona ed il viale dei Cipressi di Bolgheri, s’incontrano oltre ad alcuni agriturismi e case di campagna anche l’ingresso, al km 3 del Sp 16A, della Tenuta di Biserno, dove vengono prodotti ottimi vini.  

Continuando a percorrere la provinciale si arriva al Viale dei Cipressi  che da San Guido collega Bolgheri “in duplice filar”, come raccontava il poeta Giosue’ Carducci.  

Sul viale dei cipressi girando a sinistra si giunge a Bolgheri in pochi minuti e oggi l’entrata al paese si è presentata con il sole che illuminava la facciata del castello, mentre sullo sfondo il cielo non prometteva niente di buono.  

 Se al bivio della provinciale anziché andare a Bolgheri, si gira a destra in direzione del mare, dopo 1 km circa si trova il bivio della SP16B che dal viale dei cipressi arriva a Castagneto Carducci e dove lungo il percorso potrete incontrare tutte le migliori cantine dei vini Supertuscan , che vi racconterò in uno dei prossimi articoli.