Month: November 2014

Rinunciare ad un viaggio

Oggi 29 Novembre doveva essere il mio primo giorno a La Paz, quante volte ho immaginato l’arrivo all’aeroporto di El Alto ed il trasferimento in ostello.
Purtroppo a volte le cose non vanno proprio come vorremmo che andassero e 3 giorni prima di partire mia mamma ha avuto un grosso problema di salute rischiando di lasciarci ed al momento sta lottando in ospedale senza una sola possibilità di guarigione.
In questi frangenti non è che uno abbia molta voglia di pensare ai propri viaggi, piuttosto la mente e’ rivolta a ripercorrere tutti quei momenti trascorsi insieme alla tua mamma e molto spesso mi trovo a parlarle a voce alta, sapendo che lei mi ascolta.
Un giorno o l’altro ritornerò a viaggiare e la Bolivia in solitario non mancherà, ma con certezza so che non sarà più come prima e viaggiando sugli altopiani andini al di sopra dei 5000 metri avrò la sensazione di essere più vicino a lei. Mamma mi manchi.

Una domenica piovosa a preparare il mio zaino per il viaggio in solitario in Bolivia e Cile.

Anche se mancano ancora 12 giorni e solitamente non mi comporto così, oggi ho sentito il bisogno di mettere a fuoco un po’ di idee per la preparazione del mio zaino per il viaggio in solitario, con zaino in spalla, che mi vedrà tra il 28 Novembre ed il 23 dicembre prossimo in Bolivia e Cile.
Il primo dubbio e’ stato nella scelta dello zaino: il vecchio Panther 65 della Karrimor o il meno datato Helion 80 della Deuter ?
Se non fosse perché il Panther oltre ad avere solo 65 litri di capienza e non avere la possibilità di chiusura con lucchetto la scelta sarebbe stata sicuramente per lui così ho optato per Helion che comunque risulta molto più affidabile sia per i suoi 80 litri che per la chiusura, che in Sud America consiglio vivamente a tutti.
L’unico difetto che va a sfavore di Helion sono le ruote che peraltro al suo acquisto furono proprio quelle che mi fecero fare la scelta. Con le ruote lo zaino e’ molto piu’ rigido e per lunghi tratti con zaino in spalla e’ molto faticoso.
Dato che mi appresto ad arrivare in Bolivia nei mesi di Novembre e Dicembre (dove nella guida di Lonely Planet non risultano neanche menzionati) con l’inizio dell’estate può darsi di trovare abbondanti piogge per cui per prima cosa vanno nello zaino il salvapioggia per zaino, un impermeabile, un cappello impermeabile e gli scarponi da trekking, segue un sacco a pelo, e ovviamente i medicinali per ogni evenienza, metto anche occhiali da sole con gradiente 4 e la crema solare dato che sarò sempre i 3000 metri slm. Per oggi basta così rimangono ancora 12 giorni per il resto dei preparativi….dimentico però che devo togliere 5 giorni in cui sarò in Inghilterra e forse sarà meglio preparare anche quel bagaglio a mano molto più semplice sicuramente dove non dovrò mettere anche tutto lo spirito di avventura che sarà necessario ad affrontare il mio prossimo viaggio.
Sud America siempre en mi corazon!

IMG_8929-1.JPG